capitale dell'ungheria
Vedere Saragozza

Saragozza basilica del Pilar Basilica del Pilar Catedral (Seo) Catedral (Seo) Cesaraugusta Cesaraugusta Palacio del Aljaferia Palacio del Aljaferia Parque del Agua Parque del Agua

Basilica del Pilar


La Basilica di “Nuestra Señora del Pilar” di Saragoza è un importante cattedrale barocca della Spagna.

Secondo la tradizione, è il primo santuario dedicato a Maria della cristianità, questo perché viene venerato il pilastro che, secondo la tradizione, fu posto dalla Vergine Maria a Gerusalemme e dove sarebbe apparso l'apostolo Santiago il 2 gennaio dell’anno 40. Non vi è alcuna prova di quanto affermato nella tradizione, i dettagli risalgono al 1297 in una bolla di papa Bonifacio VIII e nel 1299 da una dichiarazione delle giurie di Saragozza, dove l'invocazione di "Santa Maria del Pilar" è attestato per la prima volta dopo che nel 1293 il vescovo Ugo di Mataplana riabilitasse l'edificio ormai in rovina, grazie alle donazioni sollecitate dalla bolla papale di cui sopra.
La storia documentata del tempio risale al IX secolo, quando secondo San Vicente de Aimoino, viene attestata l'esistenza di una chiesa dedicata a Santa Maria nello stesso luogo dove oggi si trova la basilica barocca.

La Basilica è divisa in tre navate della stessa altezza, coperte da volte a botte. L'esterno è in mattoni, seguendo la tradizione di costruzione in mattoni aragonese, e l'interno coperto da stucco. La struttura divisa dalla presenza dell'altare maggiore sotto la cupola centrale, con la grande pala dell'Assunta, appartenente alla ex chiesa, dallo scultore Damián Forment del XVI secolo. Sotto le altre due cupole ellittiche della navata, la Santa Cappella della Virgen del Pilar e il coro con l’organo anch’esso venuto dalla chiesa gotica precedente.

Detiene il rango di cattedrale dalla Bolla del 1676 dal momento che la sede dell'arcivescovo di Saragozza sta nella vicina Cattedrale di Salvador, chiamata La Seo. Nel 1948, Papa Pio XII concesse il titolo di Basilica Minore.
A partire dal 2007 è uno dei 12 Tesori della Spagna.


Torna alla mappa...

 Particolare della facciata

Basilica del Pilar

 Plaza del Pilar

Basilica del Pilar

 Interno del Santuario

Basilica del Pilar

Catedral (Seo)


La Cattedrale del Salvatore di Saragozza è una delle due cattedrali metropolitane di Saragozza insieme con la Basilica e Cattedrale del Pilar. Di solito è chiamata la "Seo". È costruita sul sito dell'antico Foro Romano di Caesaraugusta e della moschea di Saraqusta il cui minareto lascia ancora il segno sulla presente torre. La costruzione fu iniziata, integrando la moschea, nel XII secolo ed ha subito numerose ristrutturazioni e ampliamenti fino al 1704, l'anno è stato posto sulla guglia barocca in cima alla torre.

Allo stato attuale La Seo è una chiesa di cinque navate e sei sezioni coperte da volte a crociera della stessa altezza dando l’aspetto di una sala parrocchiale quadrangolare. Alla fine di uno dei lati è stata costruita la "Parroquieta" per ospitare la tomba di Lope de Luna.
Il materiale da costruzione fondamentale sono i mattoni tipici nell'architettura aragonese. L'insieme della cattedrale, in apparenza, non riflette la struttura interna a causa della recinzione con muri di diverse altezze circostanti come le residenze comunali.

L'accesso principale si trova sul lato ovest da una facciata barocca che sostituisce il portale moresco del XIV secolo, che si trova dietro la copertura corrente. A completare l'insieme il campanile della cattedrale attaccato alla parete ovest e la “casa ad arco del Dean” che collega la cattedrale con un edificio laterale.


Torna alla mappa...

 Campanile della Seo

Catedral

 Particolare del muro esterno

Catedral

 Facciata frontale

Catedral

Cesaraugusta


Caesaraugusta o Cesare Augusta era il nome della città romana di Saragozza, fondata come colonia di Roma nel 14 a. C. il 23 dicembre, sopra la città iberica di Salduie. È stata fondata come parte della riorganizzazione delle province di Spagna da Cesare Augusto dopo la sua vittoria nelle guerre cantabriche.
La nuova città fu chiamata "Colonia Augusta Cesare". Ha goduto il privilegio di mostrare il nome completo del suo fondatore. La fondazione della città aveva il duplice scopo di assicurare la difesa del territorio ed assicurare una presenza romana. Saragozza aveva lo status di colonia immunitaria che dava alcuni privilegi come il diritto di battere moneta o di esenzione dalle imposte.
Nel processo di riorganizzazione dei territori ispanici vennero create tre province: Tarraconensis, Betica e Lusitania, divise in distretti più piccoli con funzioni giudiziarie e amministrative. Di essi il Convento Legale Caesaraugustano, è stato uno dei più grandi delle sette in cui venne divisa la provincia di Tarraconensis. Caesaraugusta assunse fin dall'inizio il ruolo di responsabile regionale, sostituendo la colonia Victrix Celsa Ivlia.

Il periodo di maggior splendore della città (I e II secolo) ha portato molte grandi opere pubbliche che ancora oggi possono vedere: il forum, il porto fluviale, i bagni pubblici, il teatro e il primo ponte della città, che si trova sul sito del ponte di pietra corrente.

L'acqua ha anche svolto un ruolo importante nella Saragozza romana, sia per la sua posizione sulle rive del fiume Ebro nei pressi della foce del Huerva e Gállego, che per i suoi complessi sistemi di alimentazione e di irrigazione.


Torna alla mappa...

 Galleria dello scavo

Cesaraugusta

 Particolare dello scavo

Cesaraugusta

Aljaferia


L'Aljafería è un palazzo fortificato della seconda metà del XI secolo costruito per iniziativa di Al-Muqtadir come residenza dei re di Saraqusta. Questo palazzo del piacere (allora si chiamava "Qasr al-Surur" o Palazzo della Gioia) riflette lo splendore raggiunto dalla Taifa nel periodo del suo massimo apogeo del regno politico e culturale.

La sua importanza è data dall’essere l'unica testimonianza conservata di un grande edificio di architettura islamica spagnola del periodo di Taifa. Se un magnifico esempio del Califfato di Cordoba è la sua moschea (X secolo), ed il canto del cigno della cultura islamica di Al-Andalus è conservato, del XIV secolo, nell'Alhambra di Granada, l’Aljaferia dovrebbe essere inclusa nella triade dell’architettura moresca di Spagna. I resti del Palazzo sono stati dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 2001 come parte dell’ "Architettura mudéjar d'Aragona"
Le soluzioni adottate nella decorazione della Aljafería, come l'uso di archi a "S", l'estensione del progetto arabesco su superfici di grandi dimensioni e la progressiva astrazione degli intonaci di carattere vegetale, hanno influenzato in modo decisivo l'arte della penisola iberica, inoltre la transizione verso una decorazione più geometrica è alla base dell'arte moresca.
Dopo la riconquista di Saragozza nel 1118 da Alfonso il Battagliero divenne la residenza dei re cristiani di Aragona. È stata utilizzata come residenza reale da Pietro IV il Cerimonioso. Nel 1593 è stato sottoposta ad un'altra ristrutturazione che la rese fortezza militare, prima secondo i disegni del Rinascimento (che oggi possono essere visti nel fossato e nei giardini) e più tardi come acquartieramento di reggimenti militari. Ha subito gravi danni e dalle continue trasformazioni fino a quando finalmente venne restaurata nella seconda metà del ventesimo secolo e attualmente ospita la Cortes di Aragona.

In origine l'edificio era al di fuori delle mura romane, nella piana di Saria: il luogo in cui i musulmani hanno sviluppato la fanfara militare conosciuta come L'Almozara. Con l'espansione urbana nel corso degli anni, l'edificio è stato inglobato all'interno della città. È stato lasciato intorno un piccolo giardino.


Torna alla mappa...

 Portale di Ingresso

Aljaferia

 Facciata frontale

Aljaferia

 Giardino interno

Aljaferia

Parque del Agua


Il Parco dell’Acqua "Luis Buñuel" è una grande area verde della città. Si trova sulle sponde del fiume, accanto al sito di quella che fu l'Esposizione Internazionale di Saragozza del 2008. Ha una superficie di circa 120 ettari. Questo parco, chiamato nel 2008 "Metropolitan Water Park" e ormai noto con il nome di parco acquatico "Luis Buñuel", è stato costruito per l'Expo di Saragozza 2008.
Il parco si trova sulle sponde del fiume, in modo che viene abbracciato dal fiume Ebro nella maggior parte del suo perimetro. Era una vecchia area dismessa di frutteti che oggi ospita uno dei più grandi parchi urbani di Spagna. Il parco è progettato per resistere a inondazioni straordinarie. La sua vegetazione è adattata al clima locale ed è dominata da alberi come il pioppo, il salice, l'olmo e tamerici.
La gestione del parco è sotto i parametri di sostenibilità ed è stata riconosciuta per la sua gestione ambientale con certificati e riconoscimenti nazionali e internazionali.


Torna alla mappa...

 Torre del Agua

Parque del Agua

 Puente del tercer milenio

Parque del Agua

 Piranha dell'Acquario

Parque del Agua



Fotogallery


saragozza. Una slideshow delle nostre migliori foto.

  • Plaza del pilar
  • Plaza del Pilar
  • Plaza del Pilar
  • Plaza del Pilar
  • Plaza del Pilar
  • Basilica de Pilar
  • Ponte Parque del Agua
  • Parque del Agua
  • Telecabina
  • Foro Caesaraugusta
  • Foro Caesaraugusta
  • Aljaferia
  • Aljaferia
  • Aljaferia
  • Aljaferia
  • Aljaferia
  • bootstrap carousel
  • Plaza de toros
Plaza del pilar1 Plaza del Pilar2 Plaza del Pilar3 Plaza del Pilar4 Plaza del Pilar5 Basilica de Pilar6 Ponte Parque del Agua7 Parque del Agua8 Telecabina9 Foro Caesaraugusta10 Foro Caesaraugusta11 Aljaferia12 Aljaferia13 Aljaferia14 Aljaferia15 Aljaferia16 Plaza de toros17 Plaza de toros18
http://wowslider.com/ by WOWSlider.com v8.7