capitale dell'ungheria
Milano

la capitale dell'ungheria
Duomo Duomo Piazza San Babila Piazza San Babila Accademia di Belle Arti di Brera Accademia di Belle Arti di Brera teatro della scala Teatro della Scala Parco Sempione Parco Sempione Castello Sforzesco Castello Sforzesco Santa Maria delle Grazie Santa Maria delle Grazie Colonne di San Lorenzo Colonne di San Lorenzo Darsena sul Naviglio Darsena sul Naviglio Porta Venezia Porta Venezia Piazza Gae Aulenti Piazza Gae Aulenti Cimitero Monumentale Cimitero Monumentale City Life City Life

Piazza Duomo


Piazza del Duomo a Milano segnaquello che è il centro cittadino sia in senso geografico che per importanza. Si tratta di una delle più grandi piazze d'Italia e prende il nome dal Duomo di Milano simbolo della città stessa.

Il Duomo ha una storia molto particolare che parte già dalla posa della prima pietra. Dedicato a Santa Maria della Natività, il suo cantiere è durato quasi sei secoli, per essere poi completato solamente nel 1932. Come è ovvio lo stile del Duomo non ha un'identità precisa ma unisce gli stili che si sono succeduti nei secoli. Che spicca sono le sue guglie della facciata in stile Gotico che sovrastano la piazza.

A destra del Duomo si trova Palazzo Reale, sede di molte mostre ed esposizioni temporanee. Abbandonato per alcuni anni dopo la Seconda Guerra Mondiale, venne poi ristrutturato ed oggi è possibile visitarlo in tutta la sua bellezza. Collegato al palazzo tramite una passerella sospesa si trova anche il recente Museo del Novecento situato all'interno del Palazzo dell'Arengario con una esposizione permanente decisamente importante.

Dalla parte opposta della piazza si trova la Galleria Vittorio Emanuele II: il più antico centro commerciale d'Italia e punto di riferimento della città. Costruita nel 1867, collega Piazza del Duomo a Piazza della Scala ed è una struttura in ferro sormontata da una cupola di vetro. Sotto la cupola centrale della galleria si trova un mosaico raffigurante un toro che, per tradizione, si dice porti fortuna quando si compiono tre giri su di esso appoggiando il tallone sopra i suoi genitali.

Al centro della piazza si trova infine il monumento equestre a Vittorio Emanuele II, primo re d'Italia. Collocata nella piazza nel 1896, si tratta di una statua in bronzo posta su una base in marmo con un altorilievo raffigurante le truppe Piemontesi al loro ingresso a Milano dopo la battaglia di Magenta.


Torna alla mappa...



Duomo di Milano

 Duomo di Milano visto da via dei Mercanti

Duomo di Milano

 Galleria Vittorio Emanuele

Duomo di Milano

 Duomo di Milano

Piazza San Babila


Piazza San Babila prende il nomo dall'omonima chiesa che si trova in essa. È collegata a Piazza del Duomo attraverso via Vittorio Emanuele ed i palazzi che la delimitano sono di epoca fascista, attorno agli anni '30.

È ricordata come la "trincea nera" in quanto negli anni '70 quì si riunivano i gruppi neofascisti di Milano. Negli anni '80 la piazza è luogo di raduno dei "Paninari" nati all'interno del bar "Il Panino" che si trovava in questa zona.


Torna alla mappa...



Piazza San Babila

 Piazza San Babila

Piazza San Babila

 Fontana di Piazza San Babila

Accademia di Brera


Il palazzo Brera ospita l'accademia di Belle Arti Brera e l'omonima pinacoteca. Fondato dalla regina Maria Teresa d'Austria nel 1776, era inizialmente un centro culturale convertito poi in centro artistisco nel 1803 con la collocazione della pinacoteca inaugurata nel 1806. La statua in bronzo collocata al centro del cortile è del 1859, quando Napoleone III passò in visita a Milano.


Torna alla mappa...



Accademia di Brera

 Cortile dell'Accademia di Brera

Accademia di Brera

 Portico dell'Accademia di Brera

Teatro della Scala


Il Teatro delal Scala, il cui nome originale è Nuovo Regio Ducal Teatro alla Scala, prende il nome dalla chiesa che sorgeva nello stesso punto in cui sorge adesso questa struttura. Inaugurato il 3 agosto 1778 con L'Europa Riconosciuta di Antonio Salieri, è anche sede del museo omonimo e del coro, del corpo di ballo, della filarmonica e dell'orchestra.


Torna alla mappa...



Teatro della Scala

 Facciata del Teatro della Scala

Parco Sempione


Realizzato nel 1888, Parco Sempione si trova nel cuore di Milano, vicino a Castello Sforzesco e l'Arco della Pace. Sorge sul terreno del vecchio Parco Visconteo, abbandonato con la caduta degli Sforza e l'arrivo della dominazione spagnola. Utilizzato come piazzale militare durante l'epoca Napoleonica, venne smantellato dopo l'unità d'Italia per essere adibito a zona residenziale. L'opposizione dei cittadini all'edificazione di case in quest'area, cambiò i piani del comune che decise così di creare un parco in stile inglese con vieli adatti a passeggiate.

Il parco ha ospitato molte esposizioni nel corso degli anni ed ospita tutt'ora la Triennale di Milano. All'interno dell'aera trovano luogo anche l'Arena Civica, l'acquario pubblico e la Torre Branca.


Torna alla mappa...



Parco Sempione

 Arco della Pace

Castello Sforzesco


Costruito nel quindicesimo secolo da Francesco Sforza sopra i resti di una precedente fortezza e rimaneggiato negli anni, si tratta di uno dei castelli più grandi d'Europa.

Dopo la sconfitta sui Repubblicani, Francesco Sforza decise di stabilirsi permanentemente in questo luogo e lo trasformò da semplice fortezza difensiva ad una residenza principesca costruendo la famosa Torre del Filarete che spicca sulla sua facciata.
Sul finire del Quattrocento, Ludovico Sforza chiama i migliori pittori per far affrescare gli interni del castello tra cui Leonardo da Vinci e Donato Bramante.
Durante la dominazione spagnola, il castella svolge una funzione di cittadella e viene restrutturato secondo i canoni difensivi dell'epoca. Con l'arrivo di Napoleone, vengono demolite parte delle mura e realizzata la piazza di fronte all'entrata con la fontana. Il castello viene pesantemente danneggiato durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale così, alla fine della guerra, si decide di restrutturarlo facendolo diventare un museo.


Torna alla mappa...



Castello Sforzesco

 Castello Sforzesco

Castello Sforzesco

 Castello Sforzesco

Santa Maria delle Grazie


La Basilica di Santa Maria delle Grazie è un Patrimonio UNESCO più famosa per la presenza dell'affresco dell'ultima cena di Leonardo da Vinci. Completata a metà del Quattrocento, doveva essere il luogo di sepoltura della famiglia Sforza ma solamente Beatrice d'Este venne sepolta qui.

Durante la seconda guerra mondiale la basilica di Santa Maria delle Grazie venne quasi completamente distrutta, si salvò solo qualche muro tra cui, appunto, l'ultima cena di Leonardo.
Oggi è sede del Centro Culturale Domenicano dove si organizzano e ospitano conferenze su vari temi riguardanti la spiritualità, la filosofia e l'arte oltre a concerti musicali e mostre artistiche


Torna alla mappa...



Santa Maria delle Grazie

 Santa Maria delle Grazie

Colonne di San Lorenzo


Si tratta di un gruppo di antiche rovine romane, situato di fronte alla Basilica di San Lorenzo, nel centro di Milano.
Il colonnato , composto da 16 colonne corinzie in fila, si trova di fronte ad una piazza. Nel IV secolo, le colonne furono spostate inquesto luogo dopo essere state rimosse da un tempio pagano del II secolo.
Fino al 1935, lo spazio tra la chiesa e le colonne era interamente occupato da vecchie case adagiate sulla facciata della chiesa stessa. Nonostante i piani per conservare questo antico tessuto urbano, i lavori di ristrutturazione hanno portato alla demolizione delle vecchie case e all'isolamento del monumento sul lato anteriore. Dopo il bombardamento durante la seconda guerra mondiale , il complesso della chiesa è stato isolato anche sul lato posteriore.


Torna alla mappa...



Colonne di San Lorenzo

 Colonne di San Lorenzo

Darsena


Anticamente la Darsena era il "porto" di Milano dove ormeggiavano le imbarcazioni che percorrevano i navigli arrivando dal fiume Po. Venne creata durante la dominazione spagnola di Milano a ridosso delle mura e serviva per il carico e scarico delle merci dalle imbarcazioni.
Fino alla fine dell'Ottocento, Milano aveva altre due Darsene simili a queste che vennero interrate per motivi di igiene.
Con la diminuzione del traffico fluviale, la Darsena ed i Navigli vennero gradualmente abbandonati. Il 26 aprile 2015, dopo un lungo restauro in vista di Expo2015, venne riaperta la navigazione di tipo turistico ed è tutt'ora una delle principali attrazioni della città.


Torna alla mappa...



Darsena

 La Darsena di Milano

Porta Venezia


Porta Venezia è una delle porte storiche di Milano. Le sue origini arrivano dalla mura medievali che un tempo sorgevano in questo luogo e probabilmente anche dalle mura romane.
Il nome Porta Venezia arriva dalla metà dell'Ottocento come richiesta da parte della città verso Venezia di unirsi al Regno d'Italia.
Viene citata nel romando de I Promessi Sposi quando Renzo entra in città passando proprio da questo cancello.
Nonostante la demolizione delle mura cittadine, il cancello venne lasciato intatto e vennero costruiti viali e parchi attorno ad esso. Rimasto abbandonato durante il XX secolo, è stato completamente restrutturato nel 2004 e riportato allo splendore originale.


Torna alla mappa...



Porta Venezia

 I Propilei di Porta Venezia

Piazza Gae Aulenti


Di recente costruzione, piazza Gae Aulenti è un grande piazzale circondato da grattacieli e sopraelevato rispetto al piano stradale di circa 6 metri da cui è possibile godere del nuovo skyline di Milano composto dal Bosco Verticale, dal palazzo della Regione e dall'Unicredit Center che con i suoi 231 metri è il palazzo più alto d'Italia.
È stata sede in questi anni, di molti set fotografici, musicali ed anche alcuni spot oltre a molti eventi organizzati all'interno del Unicredit Pavilion, un padiglione in legno e camento costruito al margine della piazza.


Torna alla mappa...



Piazza Gae Aulenti

 Grattacielo Unicredit

Piazza Gae Aulenti

 Bosco Verticale

Cimitero Monumentale


È il cimitero più grande di Milano e contiene un'enorme quantità di tombe monumentali e monumenti artistici prodotti da famosi scultori quali Giacomo Manzù o Giò Ponti. L'ingresso principale spicca su tutti con il grande Famedio in marmo contenente la tomba di Alessandro Manzoni.
Il cimitero ha una sezione speciale per coloro che non appartengono alla religione cattolica e una sezione ebraica .

Vicino all'ingresso c'è un'esposizione permanente di stampe, fotografie e mappe che descrivono lo sviluppo storico del cimitero. Comprende due fuochi elettrici a batteria costruiti negli anni '20.


Torna alla mappa...



Cimitero Monumentale

 Ingresso Monumentale

Milano City Life


Milano City Life si tratta di una zona commerciale e residenziale attualmente ancora in costruzione che comprende un grande centro commerciale sovrastato da tre grattacieli di forme insolite. Attualmente ne sono stati completati solo due: la torre Isozaki (il dritto) e la torre Hadid (lo storto); manca al completamento la torre Libeskind (il curvo). Nel progetto di riqualificazione della zona è stato creato anche un grande parco pubblico ed una zona residenziale affacciata sul parco.


Torna alla mappa...



Milano City Life

 Milano City Life

Milano City Life

 Milano City Life



Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_query() in /web/htdocs/www.itinerariodiviaggio.com/home/footer.php:129 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.itinerariodiviaggio.com/home/mappe/milano.php(441): include() #1 {main} thrown in /web/htdocs/www.itinerariodiviaggio.com/home/footer.php on line 129