capitale dell'ungheria
Cosa vedere a Lanzarote

Canarie
Mirador del Rio Mirador del rio Cueva de los verdes Cueva de los Verdes jameos del Agua Jameos del Agua Casa museo Cesar Manrique Casa museo Cesar Manrique Fundacion Cesar Manrique Fundacion Cesar Manrique Jardin de Cactus Jardin de Cactus Teguise market Teguise Market Museo LagOmar Museo LagOmar A casa Jose Saramago A casa Jose Saramago Playa Blanca Playa Blanca Playa Dorada Playa Dorada Parque Timanfaya Parque Timanfaya

Mirador del Rio


Mirador del Rio, un punto su un punto panoramico in cima ad una scogliera di circa 475 metri di altezza chiamato Batería del Río, nel nord dell 'isola canaria di Lanzarote.

La posto è stato creato nel 1974 dall'artista locale César Manrique nel suo stile tipico, composto di un bar, un negozio di souvenir e una piattaforma sulla sua sommità, che sono integrati nella roccia lavica. L'edificio ha la particolarità di essere appena visibile dall'esterno grazie ad un camuffamento sottile ed ingegnoso, nascondendo la struttura sotto uno strato pietra pesante che si fonde con l'ambiente.

Dopo l'accesso all'interno dell'edificio attraverso uno stretto corridoio, ci sono due camere a volta spaziose con due grandi finestre: gli occhi del Mirador che permettono di contemplare una straordinaria vista panoramica sullo stretto di "Rio" (denominazione del punto di vista) verso l'isola di La Graciosa. Inoltre, nelle giornate limpide, al di là della vista di La Graciosa, si possono vedere le piccole isole Montana Clara e Roque del Oeste.


Torna alla mappa...

 Mirador del Rio

Cosa vedere a Lanzarote

 Vista dal Mirador del Rio

Cosa vedere a Lanzarote

Cueva de los Verdes


La Cueva de los Verdes è una struttura vulcanica situata nel villaggio di Haria, nel nord dell'isola di Lanzarote. È parte del tubo vulcanico causato dall'eruzione del vulcano di La Corona. Il tubo si è formato circa 5000 anni fa (precedente eruzione Timanfaya), quando la lava molto fluida passò sotto uno strato più compatto creando una grande cavità allungata. Il tubo ha una lunghezza totale di sette chilometri dal vulcano della Corona verso la costa, arrivando fin sotto il mare noto come Tunnel de l'Atlantida perché il livello del mare (durante l'ultima glaciazione) ero a 80 metri al di sotto del livello attuale, ed è considerato il tunnel di lava più lungo del mondo.

La grotta è stata utilizzata dalla popolazione locale per rifugiarsi dagli attacchi dei corsari barbareschi che periodicamente devastavano l'isola, ricevendo così il nome di Cueva de los Verdes, perché la terra in cui si trova la grotta era di proprietà della famiglia Verdes.

Nel 1964 alcuni interventi all'illuminazione sono stati eseguiti all'interno della grotta in modo che possa essere visitata formando così una parte della rete dei Centri d'Arte, Cultura e Turismo appartenenti al Cabildo di Lanzarote tramite la creazione di una serie di auditorium indicati come: la sala de las estetas, la garganta de la muerte e la puerta mora. Si possono anche vedere linee che indicano i livelli di lava. Nella grotta si trova anche il nucleo della stazione geodinamica Lanzarote.


Torna alla mappa...

 Grotta della Cueva de Los Verdes

Cosa vedere a Lanzarote

 Un'altra delle grotte della Cueva de Los Verdes

Cosa vedere a Lanzarote

Jameos del Agua


Il Jameos del Agua è una zona naturale e un centro di arte, cultura e turismo progettato da César Manrique. Situato nel villaggio di Haria nel nord dell'isola di Lanzarote. La parola "jameo" è origine nativa e si riferisce ad un foro che si verifica a causa del crollo del tetto di un vulcano. Il Jameos, come la grotta verde, si trovano all'interno di un tunnel vulcanico prodotto dall'eruzione del vulcano Corona. Il tunnel ha una lunghezza 6 km, di cui almeno 1,5 km sotto la superficie del mare; Quest'ultima sezione è nota come tunnel Atlantis.

Il Jameos del Agua si trova nella sezione di questo tunnel più vicino alla costa. Esso è composto da almeno tre Jameos, o aperture, nel terreno. Il "Jameo Chico" in cui è possibile l'accesso all'interno, la "Jameo Grande" e un terzo, chiamato "Jameo de la Cazuela".


Torna alla mappa...

 Grotta con lago sotterraneo

Cosa vedere a Lanzarote

 Piscina all'uscita del Jameos del Agua

Cosa vedere a Lanzarote

 Ingresso al Jameos del Agua

Cosa vedere a Lanzarote

Casa museo Cesar Manrique


La Casa Museo César Manrique è stata aperta al pubblico da agosto 2013. Gestito dalla Fundación César Manrique, la casa è cambiata molto poco dopo la morte dell'artista, si può sentire la sua presenza in ogni stanza ed è davvero come se fosse appena uscito dalla porta per lavorare senza più tornare che è, naturalmente, quello che è successo in quel fatidico giorno del 25 settembre 1992.

Non sono ammesse fotografie all'interno della casa che dispone di due camere da letto ubicate sui due lati della zona giorno e ciascuna con enormi bagni. E 'affascinante vedere i vestiti dell'artista, le pantofole accanto al letto, i libri che stava leggendo. Manrique aveva iniziato a rimodellare il lato nord della casa, la sua intenzione era quella di incorporare una piscina nello spazio verde, un progetto che non è mai stato ultimato. L'officina di Manrique si trova di fronte alla parte opposta del giardino che è piantato principalmente con palm. Al suo interno vi sono dipinti non finiti, pigmenti e disegni che sono stati conservati, proprio come l'artista li ha lasciati 25 anni fa.
La casa di César Manrique a Haría è stata dichiarata un luogo di interesse culturale nel 2003, è ormai noto come la Casa Museo César Manrique en Haría (CMCMH).


Torna alla mappa...

 Ingresso della casa di Cesar Manrique

Cosa vedere a Lanzarote

Fundacion Cesar Manrique


La Fondazione César Manrique si trova nella casa-studio dell'artista, che si trova nel Taro de Tahiche edificata nel 1968 su una spianata di lava dell'eruzione del 1730-1736. Al livello inferiore, la formazione naturale di cinque bolle vulcaniche ha permesso di istituire uno spazio sorprendente. La parte esterna della casa e la parte superiore si ispira all'architettura tradizionale di Lanzarote.La Fondazione César Manrique, creata nel 1992, è un'organizzazione non-profit privata di portata internazionale. Attualmente, riceve più di 300.000 visitatori l'anno. È costituita dall'attenzione a tre linee trasversali di sviluppo: arti, ambiente e riflessione culturale. Per César Manrique, la natura è stato il riferimento fondamentale della sua arte e la sua esistenza. Fino alla fine della sua vita ha mantenuto un profondo impegno per la difesa dell'ambiente e, in particolare, della sua isola natale, Lanzarote.


Torna alla mappa...

 Scultura all'ingresso della fondazione

Cosa vedere a Lanzarote

 Giardino interno della fondazione Cesar Manrique

Cosa vedere a Lanzarote

 Interno di una stanza della fondazione

Cosa vedere a Lanzarote

Jardin de Cactus


Il Jardin de Cactus de Lanzarote è un Cactarium situato a Guatiza. Si trova in una vecchia cava di sabbia vulcanica (ghiaia) Lanzaroteños che gli agricoltori utilizzano per coprire i loro raccolti e quindi trattenere l'umidità che raggiunge le radici delle piante. Questo Cactarium, è stato l'ultimo lavoro di César Manrique a Lanzarote nel 1991. Estanislao González Ferrer botanico, è stato responsabile per la selezione e la raccolta di esemplari provenienti dalle piantagioni.

Disposti in uno spazio ad anfiteatro più di diecimila specia di cactus diversi provenienti da entrambe le Americhe, il Madagascar, Isole Canarie, Marocco, Etiopia e altre zone desertiche.


Torna alla mappa...

 Uno dei viali del giardino dei Cactus

Cosa vedere a Lanzarote

 Vista dall'alto dell'intero giardino

Cosa vedere a Lanzarote

Teguise Market


Ogni Domenica mattina Teguise si trasforma e il silenzio e la tranquillità delle sue strade e piazze lascia il posto al trambusto di numerose bancarelle e artigiani. Il più importante mercato delle pulci popolare nelle isole Canarie, dove si possono acquistare oggetti di artigianato di tutti i tipi: ceramiche, vimini, articoli di pelletteria, prodotti naturali e tipici come formaggi, vini e preparato da cactus e aloe. Anche molti artisti vendono qui le loro opere più svariate. È un evento che nessun visitatore dovrebbe mancare.


Torna alla mappa...

 Il mercato domenicale di Teguise

Cosa vedere a Lanzarote

Museo LagOmar


Una delle più spettacolari proprietà private di Lanzarote, formata maestosamente intorno alle stesse rocce da cui è stata costruita, una cava di pietra vulcanica naturale con labirinti e grotte. Una spettacolare opera d'arte creata dalla lava fusa che scorreva dalle pendici del vulcano sopra LagOmar.

Originariamente concepita da César Manrique e progettato dall'artista Jesús Soto per lo sviluppatore britannico Sam Benady con una visione architettonica che potrebbe evocare mentalmente le immagini dalla mitologia da mille e una notte. Nei primi anni 70 l'attore Omar Sharif è venuto a Lanzarote per girare "L'isola misteriosa", ha visitato LagOmar e si è innamorato di essa comprandola. San Benady, conoscendo Sharif come un giocatore di carte, lo sfidò a una partita di bridge, Sharif accettò la sfida, non sapendo che Benady fosse un campione nel gioco, e perse la casa.

Nel 1989 Dominik von Boettinger e Beatriz van Hoff, architetti tedeschi, comprarono la casa e avviarono l'ultima fase dello sviluppo chiedendo il parere degli artisti locali e creando un'architettura vernacolare ispirata agli elementi e la topografia capricciosa dell'isola. Le grotte esistenti sono state rinnovate con legno e manufatti dai naufragi locali. La flora locale è stata rappresentata nel disegno: cactus, palme, aloe e bouganville, in modo da formare un oasi all'interno della roccia. Hanno usato vetro, cemento e ciottoli lavati per generare i cortili circolari, il lago, le cascate e una serie di spazi curvi.


Torna alla mappa...

 Cortile interno della casa di Omar Sharif

Cosa vedere a Lanzarote

A casa Jose Saramago


"Una casa fatta di libri" José Saramago ha definito così la casa in cui ha trascorso la maggior parte dei suoi ultimi 18 anni. Fatta per le esigenze delle due famiglie: Saramago-Del Rio da una parte Pérez-Fígares-Del Rio dall'altra, complici nella progettazione architettonica e nella vita. Attraversando il cancello d'ingresso, un piccolo cortile dà accesso a entrambe le case e le aree pubbliche. Di fronte si trova la porta della casa di José Saramago.

Quale è stata la sua casa e rimane la casa di famiglia ma è anche un museo dove i visitatori possono sentire l'odore e di esplorare gli spazi più intimi della casa del premio Nobel.


Torna alla mappa...

 Ingresso della casa di Jose Saramago

Cosa vedere a Lanzarote

 Lo studio

Cosa vedere a Lanzarote

Playa Blanca


Playa Blanca si trova a sud di Lanzarote, e negli ultimi anni si è affermata come il terzo enclave turistico sull'isola. Premiato più volte per la sua pulizia, questa zona piacevole e tranquilla è ideale per il relax di tutta la famiglia. Playa Blanca ha una vasta gamma di hotel e servizi: bar, ristoranti, negozi ed è uno dei migliori porti turistici di Lanzarote. Molto vicino ad esso vi sono le spiagge di Papagayo dove la sabbia bianca e l'acqua cristallina si profila tra le scogliere. Sul lungomare di Playa Blanca, nella periferia del centro storico, troverete tutti i tipi di ristoranti, negozi e bar, così come le strade parallele al lungomare. Un'altra area vi consigliamo di visitare è la Marina, completa di servizi di qualità e di recente costruzione. In questa zona troverete anche un nuovo centro commerciale dove fare acquisti.


Torna alla mappa...

 Cartello all'ingresso della spiaggia

Cosa vedere a Lanzarote

Playa Dorada


Playa Dorada è una delle spiagge turistiche insieme a Playa Flamingo, molto vicine a tutti i principali alberghi della zona. Con una rete di belle calette di finissima sabbia bianca che delizierà i visitatori. Sono raggiungibili a piedi o in bicicletta.


Torna alla mappa...

 Panorama della spiaggia di Playa Dorada

Cosa vedere a Lanzarote

Parque Timanfaya


Il Parco Nazionale di Timanfaya è l'unico parco nazionale nella rete spagnola di parchi nazionali di tipo geologico. Rappresenta un campione di storia recente del vulcanismo nella regione macaronesica. Le eruzioni vulcaniche tra il 1730 e il 1736, e nel 1824, hanno portato un alto interesse geomorfologico per numerosi vulcanologi. L'assenza di una coltre di vegetazione, estrema ruvidità delle forme e la varietà dei colori presenti, rosso, marrone, ocra, nero e arancione, con la silhouette di vulcani e coste frastagliate da al parco una bellezza straordinaria.

Il Centro Turistico Culturale e le Montagne del Fuoco si trovano nel cuore di Timanfaya. All'interno di questo recinto si possono ammirare le anomalie geotermiche sorprendenti che si verificano in questa zona, e osservare flussi di acqua bollente attivati come un geyser. L'itinerario si percorre con un bus lungo la Via dei Vulcani lunga quasi 14 km.

La storia del Parco Nazionale e, in generale, dell'isola di Lanzarote è segnata direttamente da eruzioni vulcaniche nel XVIII secolo e, in misura minore, nel XIX. L'area coperta dalla lava era completamente dedicata alla agricoltura, in particolare la produzione di cereali, che oltre a servire l'isola di Lanzarote forniva anche le altre isole delle Canarie. C'erano grandi aree dedicate a pascolo ed altri prodotti di base di raccolta per integrare il reddito, come ad esempio orchilla (Lichen, che colorante ottenuto) o carbone ginestre o tarajal. Prima della prima eruzione, che secondo scritti storici avvenne il ​​1 ° settembre 1730, la popolazione non aveva alcuna conoscenza o esperienza di tali fenomeni. Il secondo processo eruttivo iniziò il 31 luglio 1824 nel vulcano Tao, successivamente nel vulcano Chinero, che si trova all'interno del parco nazionale, e, infine, il vulcano Tinguatón, fermando l'attività vulcanica, il 25 ottobre dello stesso anno. Questo fenomeno ha avuto un impatto sociale ed economico inferiore a causa delle conoscenze già a disposizione della popolazione.


Torna alla mappa...

 El Lago Verde, laghetto a El Golfo vicino al Parque Timanfaya

Cosa vedere a Lanzarote

 Vulcano Timanfaya

Cosa vedere a Lanzarote

 Getti di vapore all'ingresso del Parco

Cosa vedere a Lanzarote



Fotogallery


Una selezione delle nostre foto di Lanzarote!

  • Cueva de Los Verdes
  • El Lago Verde
  • Giardin de  Cactus
  • Giardin de Cactus 2
  • Jameos del Agua 2
  • Jameos del Agua 3
  • Jameos del Agua
  • Mirador del Rio 2
  • Mirador del Rio
  • Paesaggio di Lanzarote 2
  • Paesaggio Lanzarote
  • Playa Blanca 2
  • Playa Blanca
  • Playa Dorada 2
  • Playa Dorada
  • Teguise 2
  • Teguise
  • Vulcano Timanfaya 2
  • wow slider
  • Vulcano Timanfaya
Cueva de Los Verdes1 El Lago Verde2 Giardin de  Cactus3 Giardin de Cactus 24 Jameos del Agua 25 Jameos del Agua 36 Jameos del Agua7 Mirador del Rio 28 Mirador del Rio9 Paesaggio di Lanzarote 210 Paesaggio Lanzarote11 Playa Blanca 212 Playa Blanca13 Playa Dorada 214 Playa Dorada15 Teguise 216 Teguise17 Vulcano Timanfaya 218 Vulcano Timanfaya 319 Vulcano Timanfaya20
responsive slider by WOWSlider.com v8.7