Museo LagOmar




Costruita dall’architetto Cesar Manrique, LagOmar deve il suo nome e la sua fama all’attore Omar Sharif il quale la acquistò nel 1973 perdendola poco dopo durante una partita a bridge. Nel 1989 la villa viene ritirata dall’architetto Dominik von Boettinger che la trasforma in un luogo di incontri culturali ed in un ristorante gourmet. Dal 1997 la proprietà è aperta per la visita al pubblico trasformandola, di fatto, in un museo.