Cosa vedere a Maiorca

Scopriamo cosa vedere a Maiorca e la sua capitale Plama in cinque giorni. Un mix perfetto tra mare azzurro, spiagge bianche, ma anche arte e cultura.


Itinerario caricato il giorno 24/02/2018 - Ultimo aggiornamento: 24/02/2018


Giorno 1

Maiorca è l’isola più grande delle Baleari, arcipelago spagnolo che si trova nel mar Mediterraneo. L’isola è meta delle vacanze di tantissimi turisti, insieme alle altre 3 isolette, Ibiza, Minorca e Formentera. Oltre le meravigliose spiagge, a Maiorca si trovano anche monumenti gotici, parchi naturali e grotte molto affascinanti. L’isola è stata anche dimora del famoso compositore Chopin, ma è stata anche visitata da Agatha Christie e da Jorge Luis Borges. Scopriamo cosa vedere a Maiorca e nella sua capitale Palma.

 

Cosa vedere a Palma di Maiorca

Il nostro giro comincia con la capitale, Palma. Palma è facilmente visitabile, poiché abbiamo a disposizione la metro e un sistema di autobus molto efficienti, cosa che non guasta mai. Iniziamo con la visita alla Seu, la cattedrale di Palma. La Cattedrale ha la navata alta 44 metri, la più alta del mondo di quelle in stile gotico. La costruzione cominciò nel 1229 ma finì solo nel 1601.Nel 1901 Gaudì mise il proprio estro a disposizione ed effettuò delle modifiche alla Cattedrale, cosa da non sottovalutare. Molto interessante il museo all’interno e da vedere anche i giardini circostanti che sono molto curati.

Vicinissimo alla Seu, troviamo il Palazzo dell’Almudaina. Il Palazzo è la fortezza di Palma, venne costruito dagli arabi ma nel XIV secolo divenne la residenza ufficiale dei regnanti spagnoli. Oggi è possibile vedere alcune stanze del palazzo, gli appartamenti e il giardino.

Lasciato il Palazzo ci spostiamo ad un altro monumento importante della città, la Lonja de la Seda (mercato della seta). La Lonja venne costruita nel 1469 ed era il luogo di scambio tra i mercanti del tempo. Cosa molto importante da sottolineare è che dal 1996 è dichiarata patrimonio dell’Unesco. Attualmente è visitabile ed è composta da tre parti, la sala principale, la sale delle contrattazioni e il padiglione del consolato.

Ci spostiamo poi al centro commerciale di Palma, dove potete trovare qualsiasi tipo di negozi, marchi famosi e meno, bar e ristoranti..ci troviamo al Passeig del Born. Il viale si collega con l’Avenida Jaume III, altra via principale per le attività commerciali. Possiamo vedere poi Plaza Mayor, la più famosa di Palma, una volta sede dell’inquisizione. Molto belli gli edifici del primo novecento con stupende facciate.

Ci dirigiamo poi ai Bagni Arabi, un’antica residenza Araba del XI secolo. Una cosa molto particolare è che non ha subito nessun restauro. L’edificio di mattoni è diviso in due piani e il Bagno ha una cupola con 5 oculi da cui passa la luce.


Giorno 2

Palma di Maiorca e dintorni

Il secondo giorno comincia con la visita all’acquario di Palma. L’acquario è composto da ben 25 vasche con pesci del mar Mediterraneo e dei mari tropicali. E’ anche possibile toccare alcuni pesciolini dell’area del Mediterraneo. Una cosa da non sottovalutare sono i giardini di circa 12.000 mq e la parte della giungla che riproduce una foresta tropicale con una cascata di 7 metri.

Lasciamo Palma, e a pochi km troviamo il Castello di Bellver. Il Castello in stile gotico si trova su una collina ed era originariamente la residenza del re di Maiorca. Il Castello è un mix tra un palazzo e un forte difensivo, la caratteristica principale è la forma rotonda. Tutto è di forma circolare, sia la parete interna, il cortile, le torri minori e il donjon. Oggi all’interno del castello si tengono mostre e si può vedere un piccolo museo, ma il punto forte è il bellissimo panorama che si può vedere dalla sommità del castello raggiungibile con circa 500 scalini.

Lasciamo il castello e iniziamo a precorrere la Serra de Tramuntana, catena montuosa della zona nordoccidentale di Maiorca. La Serra è lunga circa 90 km, i suoi bellissimi paesaggi, gli strapiombi sul mare, e le montagne con i bellissimi sentieri di trekking gli hanno fatto conquistare il titolo di patrimonio dell’UNESCO nel 2011. Vedere il piccolo paesino di pescatori di Andratx è stupendo, ricordiamo che è famoso per l’artigianato locale. Ci spostiamo poi di circa 40 km e raggiungiamo Valldemossa per visitare il Real Cartuja, un vecchio monastero. Cosa che non tutti sanno è che per qualche anno ci vissero Chopin e George Sand. Visto che il tramonto si avvicina, raggiungiamo il Mirador del Puig de Sa Moneda per godere di una vista mozzafiato. Qui passeremo la notte, ma mi raccomando cosa dovete magiare?? Il  panino tipico del posto, las Cocas de Patata.


Giorno 3

Cosa vedere a Maiorca

La parte nord dell'isola

Continuiamo il nostro viaggio sulla Serra de Tramuntana e arriviamo a Lluc, dove è possibile vedere ed ammirare il Santuario dedicato alla Vergine Maria risalente al XIII secolo. Altri 40 km circa e arriviamo a Pollenca, un piccolo paese di pescatori. Ci incamminiamo sui 365 scalini che ci conducono alla Cappella dei Calvari, dove ammireremo una suggestiva statua gotica del Cristo. Altri 20 km e arriviamo Cap de Formentor, dove si può godere di una vista davvero mozzafiato. Cosa potete fare a Cap De Formentor?  Da qui è possibile effettuare dei tour guidati in barca che vi porteranno alla scoperta delle zone costiere dell’isola, da vedere assolutamente.

Il pomeriggio ci spostiamo verso Playa de Muro Beach, spiaggia bandiera blu di circa 6 km attrezzata con qualsiasi cosa, bar, ristoranti e hotel per soggiornare.  La nostra giornata finisce qui con un meritato risposo.


Giorno 4

Visitare le grotte del drago

Oggi la nostra giornata comincia con una bella passeggiata a cavallo al Rancho grande park nel paese di Son Serra de Marina. Il Ranch è immerso nella natura e oltre ai cavalli troviamo anche scimmiette, struzzi, conigli e pappagalli. Sembra di essere in un’ambiente western, cosa molto strana a Maiorca.  Un Rancho sicuramente da vedere :) 

Ci spostiamo in un luogo molto suggestivo, le Cuevas del Drach (grotte del drago). La cosa particolare è che nelle grotte si è formato un lago interno, il lago Martel, lungo 177 metri dove è possibile fare un giro in barca. All’interno delle grotte si tengono anche concerti di musica classica. Le grotte sono visitabili tramite visita guidata, ecco il link per prenotare.

A pochi minuti troviamo una bellissima spiaggia che vi farà innamorare, chiamata Cala Mendia, con la possibilità di noleggiare ombrelloni e sdraio a prezzi bassi.


Giorno 5

Le spiagge di Maiorca

La prima spiaggia in cui ci fermiamo è Es Trench, denominata "la spiaggia caraibica a Maiorca". Da cosa deriva questo nome? La è lunga circa 2 km, l’acqua è cristallina, la sabbia è finissima, non ci sono resort o alberghi di lusso nei dintorni e questo ne ha preservato la bellezza e l’integrità e per me questa è una cosa bellissima.Se volete potete raggiungere es trench tramite autobus privato.

A 10 minuti troviamo Sant Jordi, dove prenderemo il traghetto per l’isola di Cabrera. Sull’isola di Cabreba non ci sono né ristoranti, ne hotel, quindi siete solo voi e la natura. Una leggenda racconta che Annibale nacque su un’isoletta poco vicina a Cabrera e che venne utilizzata dai pirati berberi per i loro attacchi, per questo venne costruito un castello all’entrata del porto. Il castello è tutt’ora visitabile con guide del posto. Vi raccomandiamo anche di fare snorkeling, ci sono moltissime pesci anche di grosse dimensioni.

Il nostro viaggio si conclude alla spiaggia El Arenal, vicino alla capitale. La spiaggia è di circa 6 km, si ha la possibilità di noleggiare ombrelloni e lettini e di fare una doccia nei tipici “Balnearios”. 




Consigli in Post-it

Come muoversi a Maiorca?
Auto a noleggio
Autobus

Dove dormire?
Iberostar Ciudad Blanca, Alcudìa
Mediterranean Bay Hotel, El Arenal
Hipotels Dunas, Cala Millor

Consigli in Post-it

Dove mangiare pizza/italiano?
Pizzeria Vitho Cafè, Port de Pollenca
Sandro Ristorante italiano, Palma

Dove mangiare tipico?
Contrabando Tapas Bar, Llucmayor
QuitaPenas, Valldemossa

Consigli in Post-it

Dove mangiare carne?
Bottega Bay Rocks and Stones, Calvià
La Nueva Burguesa, Palma
Central Park Steakhouse, Cala d’Or

Dove mangiare pesce?
Mare Nostrum, Sa Pobla
Ca S’ostra, Palma
Abbaco, Port de Pollenca

Consigli in Post-it

Cosa fare la sera?
Mabu-hay, Cala d’Or
Banana Club, Port d’Alcudia
Hard rock cafè, Palma